Fasi di scavo

Scavi

  • 1932: primi sondaggi sul piazzale antistante il santuario - W. Harvey, E.T. Richmond, H. Vincent, R. W. Hamilton;
    • 1934: sondaggi interni al santuario - W. Harvey, E.T. Richmond, H. Vincent, R. W. Hamilton riportarono alla luce elementi appartenenti all'edificio sacro costantiniano del IV sec., in particolare i mosaici della navata centrale e la zona presbiteriale in forma ottagonale. Ne conseguì una fitta letteratura che gli archeologi produssero a seguito degli scavi, tra cui: W. Harvey in "Archaeologia", v. 87 (1937), E. T. Richmond in "QDAP", vv. 5 e 6 e P. Vincent in "Revue Biblique", (1936-1937), J. W. Crowfoot in "Early Churches in Palestine" (Londra 1941), R. W. Hamilton in "The Church of the Nativity", Bethlehem (Gerusalemme 1947).
    • 1947 p. Bagatti prese in esame la zona del terreno francescano adiacente la basilica bizantina, e il chiostro di S. Girolamo, all'epoca sottoposto a restauro generale. Ne consegui il ritrovamento dei resti di periodo crociato. P. Bagatti spiegò le fasi di studio e di scavo nel volume "Gli Antichi edifici sacri di Betlemme" (Gerusalemme 1952), che resta una delle ultime pubblicazioni complete sugli elementi archeologici del santuario e le zone circostanti.
    • 1962-1964 scavi sul terreno del convento da parte di p. B. Bagatti: grotte confinanti con la Grotta della Natività.

    Diritti sul terreno

    p. Bellarmino Bagatti

    Campagna di scavi degli Inglesi

    Scavi del p. Bellarmino Bagatti