Gabrielle Bremond

Viaggi fatti nell'Egitto superiore et inferiore

Nella sua raccolta di memorie sui viaggi intrapresi in Medio oriente tra Egitto, Siria e Palestina lo scrittore francese ci dona una descrizione della pratica della Processione quotidiana nel XVII sec.

Processione quotidiana

"Si fanno le Stationi processionali con più candele accese, e con un libro d'orazioni, e si cominciano dalle litanie della vergine, cantate da putti christiani del paese instruiti dai religiosi di s. Francesco. Si cantano alla cappella di S. Caterina avanti l'altare del Santissimo Sacramento che ivi si conserva in un bel tabernacolo, e questa è la prima stagione. Da qui si va (&è la seconda) all'altare posto alla porta fatta murar da Greci, ove si fa orazione appresso la santa grotta della Natività, e si godono le medesime indulgenze, che se vi si entrasse dentro…"

(Viaggi fatti nell'Egitto superiore et inferiore, Bologna, 1680, pp. 401-402)